Pulizia aree verdi private

Si ricordano le disposizioni riguardanti la pulizia delle aree private; azioni a carico dei proprietari, dei conduttori o amministratori di immobili e terreni privati.
Invitiamo la cittadinanza a prenderne visione.

A V V I S O

Con D.C.C. n. 10 del 30/03/2015 il Comune di Noventa Vicentina si è dotato del nuovo “Regolamento per il servizio di gestione dei rifiuti urbani” recante, tra l’altro, precise disposizioni in merito alla pulizia delle aree private. L’articolo n. 21 - “Pulizia dei fabbricati, delle aree scoperte private e dei terreni non edificati e non coltivati”, prevede che:

  1. Le parti di uso comune dei fabbricati, le aree scoperte private, recintate e non, devono essere tenute pulite a cura dei rispettivi conduttori, amministratori o proprietari;
  2. I terreni non edificati e non coltivati devono essere mantenuti puliti a cura del proprietario o di chi, comunque ne abbia la disponibilità onde evitare qualsivoglia forma di inquinamento. A tal fine i soggetti in questione devono approntare i dovuti accorgimenti tecnici quali la costruzione di canali di scolo, di recinzioni e avere cura di asportare i rifiuti ivi abbandonati anche da terzi e/o ignoti, onde evitare la proliferazione di animali ed insetti dannosi per la salute dell’uomo;
  3. Per le aree di cui ai commi 1) e 2) lo sfalcio o l’eliminazione delle eventuali erbacce o altro, deve avvenire con cadenza periodica;
  4. La vegetazione sporgente dai muri di sostegno, dalle recinzioni e comunque dalle proprietà confinanti con le aree pubbliche o private ad uso pubblico dovrà essere rimossa a cura e spese del proprietario del terreno e/o di chi comunque ne abbia la disponibilità. Si possono ammettere sporgenze di rami con altezza superiore ai m. 3,00 al di sopra del marciapiede, e m 5,00 se sporgono sopra la careggiata, purché i proprietari delle piante suddette provvedano periodicamente alla pulizia dei marciapiedi e delle aree adibite a pubblico transito antistanti la loro proprietà, nonché delle caditoie ivi presenti (Art.12 – Regolamento di Polizia Urbana, D.C.C. n. 10 del 11/01/2013).

Si avvisa che nel caso di violazioni al sopra citato articolo 21 è prevista una sanzione amministrativa variabile da € 100,00 a € 500,00, aumentata a metà del massimo previsto, in caso di recidiva entro tre anni, come disposto all’articolo 26 dello stesso Regolamento. Alla luce di quanto sopra, si invita sin da ora la S.V. a mantenere pulite le aree di proprietà provvedendo periodicamente al taglio di erba e arbusti.

L’Ufficio Tecnico rimane a disposizione per eventuali informazioni ai numeri 0444 788536 – 788555.

 

Condividi: