La facciata

La facciata del Duomo di Noventa è stata innalzata in due tempi: la prima parte nel 1912, la seconda nel 1964.

La facciata

Si presenta con un'ampiezza dall'aspetto monumentale. La parte inferiore è costruita di duro marmo di Chiampo. 

Al centro si trova la porta maggiore, alta sei metri, con una serie di cassettoni, interrotta dall'architrave, per continuare poi intorno ad un arco a tutto sesto. 

Ai lati vi sono due coppie di paraste o lesene su cui poggiano capitelli corinzi, che richiamano quelli posti all'interno dell'edificio. 

La parte superiore ripete lo stile della sottostante con al centro un bel rosone di pietra bianca, finemente lavorato, costituito da otto spicchi disposti a raggiera e chiusi da artistiche vetrate di vari colori. 

Sovrasta il tutto un possente frontone triangolare con al centro la consueta croce. 

Sul piano dell'archivolto, sopra la porta, troviamo dipinto a fresco e ben rappresentato il martirio dei Santi Patroni. Il dipinto è ritenuto dalla critica una composizione accademica d'intonazione classicistica e ripete elementi in voga nell'iconografia sacra di inizio secolo. 

L'autore del dipinto, datato 16 giugno 1928, è G. Mazzei di Genova. 

Condividi: