Cani

Parco sgambatura per cani

Regolamento di utilizzo.

 

I nostri amici cani

Varata dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali la nuova ordinanza relativa alla "Tutela dell'incolumità pubblica dall'aggressione dei cani".

Ordinanza che contiene alcune novità rispetto al passato, fra cui l'eliminazione dell'elenco delle cosiddette "razze pericolose" visto che, come appare scontato, non è possibile stabilire il rischio di una maggiore aggressività da parte di un cane in base alla razza o agli incroci. Ma non è tutto. Per la prima volta è stata introdotta la responsabilità civile e penale del proprietario e di chi detiene momentaneamente l'animale, così come viene introdotto per la prima volta anche l'obbligo di utilizzo del guinzaglio ad una misura non superiore a 1,50 metri per i cani che verranno portati a spasso sia nelle aree urbane che nei luoghi aperti al pubblico e di avere sempre con sé la museruola da applicare in caso di potenziale pericolo, nonché l'obbligo di affidare il proprio animale solo a persone in grado di gestirlo.

Un'ordinanza che fissa, dunque, precise norme tecniche, ma che punta molto anche ad educare i proprietari dei cani: educazione che passa necessariamente attraverso la formazione e l'acquisizione di adeguate cognizioni sulla corretta detenzione di un cane, proprio per prevenire eventuali danni o lesioni ad altre persone. Proprietari che devono obbligatoriamente stipulare anche una polizza assicurativa di responsabilità civile e che, per nessun motivo, devono far addestrare i loro cani per esaltarne l'aggressività.

Divieto tassativo anche per interventi chirurgici, ad esclusione di quelli curativi, volti a modificare la struttura morfologica dell'animale.

Saranno i Servizi Veterinari, nel caso in cui rilevino un rischio, a stabilire le misure di prevenzione ed eventuali interventi terapeutici-comportamentali cui devono essere sottoposti i cani, nonché a tenere un registro aggiornato con le loro generalità.

Coinvolti nel percorso di prevenzione anche i veterinari libero professionisti che sono chiamati ad informare i proprietari di cani, che si avvalgono delle loro strutture, sulla possibilità o necessità di conseguire "il patentino".

Obbligo della raccolta delle feci:
E’ fatto obbligo a chiunque conduca il cane in ambito urbano raccoglierne le feci e ad avere con sé strumenti idonei alla raccolta delle stesse. 

Rifugio del Cane "Val di Maso" a Merlara (PD)

Rifugio del cane di Merlara

In queste pagine, potrai conoscere meglio il canile di Merlara, trovare informazioni utili riguardante la salute del tuo cane, la normativa in Italia ed Europa, e anche cosa fare se trovi un cane randagio o perso per strada.

L.Eu.Di.Ca.

Condividi: